Questo sito utilizza cookie tecnici per le proprie funzionalità. Continuando a navigare o accedendo a un qualunque elemento del sito senza cambiare le impostazioni dei cookie, accetterai implicitamente di ricevere cookie dal nostro sito. Potrai ottenere maggiori informazioni cliccando su più "informazioni sui Cookie"

Elearning

Quattro ottime ragioni per studiare informatica (e non solo all’università)

29 marzo 2019

Studiare informatica, perché dovresti farlo? Quattro buoni motivi per scegliere un corso in questo settore

 

Studiare informatica non è certo semplice, ma è un settore che offre una miriade di possibilità. Il rapporto di Unioncamere “Il lavoro dopo gli studi” posiziona l’informatica al secondo posto tra i campi più ricercati dagli HR ed è un compartimento che garantisce parecchie assunzione, soprattutto in candidati più giovani.

Sempre secondo tale report, la percentuale di under 30 che trova lavoro nell’informatica è maggiore rispetto ad altri settori e, con un’alta competenza, è possibile aspirare ad un impiego all’estero. Insomma, studiare informatica o laurearsi in ingegneria elettronica e dell’informazione è una buona base per avere un lavoro assicurato!

Ma questo non è l’unico vantaggio che puoi ottenere studiando informatica. Andiamo a vedere perché, ad oggi, questo settore può rivelarsi una scelta più che azzeccata.

 

I buoni motivi per studiare informatica

Il XXI secolo è stato ribattezzato come quello dell’era del digitale e, sempre più spesso, si leggono termini come quarta rivoluzione industriale o industria 4.0.

A conti fatti, la tecnologia ha radicalmente modificato i comportamenti di tutti noi. È diventata parte integrante della quotidianità e, oramai, quasi non ci si ricorda più com’era la vita quando le informazioni non erano direttamente fruibili ovunque ed in qualsiasi momento.

Te lo immagineresti un mondo senza computer, senza Google o senza i social network? Addio comunicazioni in tempo reale, il lavoro di ufficio tornerebbe cartaceo, i film in streaming non esisterebbero ed i videogiochi sarebbero pura fantascienza. Ognuno di noi, a suo modo, è dipendente dall’informatica.

Utilizzare la tecnologia e l’informatica ogni giorno, però, non significa conoscere la materia. Siamo veloci ad apprendere l’utilizzo degli strumenti, ma chi effettivamente sa cosa c’è all’interno di un PC o come funziona la programmazione di un software?

Se questo mondo ti affascina, un corso di informatica è sicuramente quello che fa per te ed ecco alcuni buoni motivi per cui dovresti studiare questa materia.

 

Studiare informatica aumenta l’attitudine al problem solving

Imparare a programmare significa acquisire un metodo che ti permetterà di affrontare e risolvere i problemi più complicati, non solo in ambito informatico. Proprio perché la programmazione è un processo lento, meticoloso e che richiede pazienza (mooooolta pazienza), ti aiuterà ad affinare la soft skill del problem solving.

Studiare informatica, nel dettaglio programmazione, ti insegnerà a riconoscere il problema, scomporlo, codificarlo e trovare una soluzione che possa essere risolutiva. Un procedimento analitico che potrà essere utilizzato con successo anche in altri ambiti della quotidianità.

 

Studiare informatica sviluppa la creatività

Se pensi che studiare informatica sia una roba solo per cervelloni, ti sbagli di grosso.

Certo, i numeri e l’interpretazione del codice sono alla base dell’informatica, ma questo non significa che non possa esserci un processo creativo dietro allo studio di un nuovo applicativo.

Per esempio, Steve Jobs è stato un grande informatico ed inventore, ma anche un creativo e visionario. NeXT Computer, Apple Inc e Pixar Animation Studios sono tre delle aziende nate dal suo genio creativo, ma non per questo possiamo dire che non fosse un esperto di informatica.

Insomma, studiare informatica e lo sviluppo della creativià sono due concetti che vanno a braccetto: non sottovalutarlo.

 

Studiare informatica aumenta il talento analitico

Nel mondo del lavoro informatico, gli esperti devono essere in grado di i flussi di informazioni in tempo reale. Grazie ad essi, infatti, le aziende hanno la possibilità di accedere ad un numero sempre più ampio di dati che possono servire ad una moltitudine di scopi.

I Big Data hanno sì bisogno di macchine intelligenti per essere estrapolati, ma c’è anche la necessità di avere professionisti esperti che sappiano come gestirli. Ecco che studiare informatica potrebbe essere una grande risorsa per il lavoro di oggi e quello del futuro, oltre che per sviluppare la capacità di analisi da applicare alla vita quotidiana.

 


Vuoi studiare informatica? Il corso dei tuoi sogni lo puoi trovare su Talent Manager!

1 stella2 stelle3 stelle4 stelle5 stelle

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *