Questo sito utilizza cookie tecnici per le proprie funzionalità. Continuando a navigare o accedendo a un qualunque elemento del sito senza cambiare le impostazioni dei cookie, accetterai implicitamente di ricevere cookie dal nostro sito. Potrai ottenere maggiori informazioni cliccando su più "informazioni sui Cookie"

Scuola

Soft skills e competenze trasversali: quanto sono importanti oggi

7 maggio 2019

Cosa sono le soft skills e perché sono importanti nel curriculum

Le soft skills sono, tradotte in senso letterale del termine, le competenze trasversali e saranno qualità sempre più richieste per le professioni del futuro.

In questo senso, il mondo digitale sta diventando sempre più ricco ma anche più complesso, per chi si vuole orientare in cerca di nuove opportunità lavorative e sfide professionali con le quali misurarsi. Tutto ciò ha portato, di conseguenza, a una sempre maggior necessità di lavoratori consapevoli delle proprie soft skills. Consapevolezza che passa attraverso quattro domande da porsi:

  1. Che cosa sono le competenze trasversali?
  2. Perché sono così importanti nel mondo del lavoro?
  3. Quali sono le soft skills più richieste?
  4. Competenze trasversali: come riconoscerle e svilupparle

Lo spieghiamo, punto per punto, in questo nostro articolo di oggi.

Che cosa sono le soft skills?

Appurato che le soft skills si traducono con il termine “competenze trasversali”, urge qualche specifica ulteriore.

Affiancate alle hard skills, competenze tecniche che costituiscono le fondamenta per svolgere uno specifico mestiere, le soft skills sono quelle competenze che permettono al professionista di adattarsi ad altri settori lavorativi.

Sono trasversali perché hanno a che fare con qualità caratteriali, abilità sociali, personalità e flessibilità.

Perché le soft skills sono così importanti nel mondo del lavoro?

Sulla base delle richieste che provengono dal mondo del lavoro, le competenze trasversali sono fondamentali per ricoprire ruoli di responsabilità nelle aziende e nella gestione delle risorse umane e perché, chi le possiede per condizione umana o deformazione professionale, avrà una carta in più per trovare un’occupazione in grado di valorizzare entrambi gli aspetti.

In sintesi, le soft skills sono importanti sia per raggiungere scopi pratici e puramente aziendali sia per migliorare lo stile di vita proprio e altrui anche all’interno di un contesto lavorativo. Selezionare le competenze trasversali ed applicarle al fine di preservare il benessere psico-fisico del lavoratore e implementare, allo stesso tempo, il fatturato aziendale è una strategia di collaborazione semplice, efficace e vincente per tutti.

Quali sono le competenze trasversali più richieste dalle aziende?

Le prime sei soft skills che saranno più richieste in futuro, secondo il World Economic Forum, sono la capacità di:

  1. trovare soluzioni a determinate problematiche (Problem Solving)
  2. ragionare dentro e fuori dagli schemi (Critical Thinking)
  3. sviluppare un’idea in un progetto fattibile e concreto (Creativity)
  4. saper gestire il personale per favorire un clima di lavoro sereno e produttivo (People Management)
  5. relazionarsi con gli altri (Coordinating with Others)
  6. gestire le emozioni, positive e negative, senza farsi condizionare da esse (Emotional Intelligence)

Competenze trasversali: come riconoscerle e svilupparle

Riconoscere e potenziare le soft skills è meno difficile di quanto sembri.

Per intuire in quali competenze trasversali ti riconosci, rileggi l’elenco riportato nel paragrafo precedente e, traendo dalla tua quotidianità, prova ad individuare le situazioni esempio in cui sono emerse in modo spontaneo e naturale.

Ad esempio, quando ti trovi nel bel mezzo di un litigio familiare o tra amici, al punto di perdere la pazienza, la capacità di trovare una soluzione in tempi brevi e che accontenti tutti denota la presenza di Problem Solving e Emotional Intelligence.

Se queste soft skills sono efficaci nella quotidianità, all’interno di un contesto familiare, lo saranno anche nell’ambito lavorativo per il quale vorresti candidarti. Per questo le competenze descritte sono trasversali.

Una volta riconosciute una o più soft skills queste si possono sviluppare in modo tradizionale. Esistono corsi di formazione specifici, coordinati da enti accreditati e personale qualificato e preparato a formare il lavoratore del futuro aiutandolo a rendersi consapevole delle competenze trasversali adatte a migliorare stile di vita e a trovare il lavoro dei suoi sogni.

Si possono riconoscere e sviluppare le competenze trasversali, quindi? Sì, si può! E ora, al lavoro.

1 stella2 stelle3 stelle4 stelle5 stelle

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *